DONAZIONE DI € 25.000,00 al COMITATO MARIA LETIZIA VERGA


Sciare per la Vita sostiene sempre la ricerca nel campo della Leucemia.
Attraverso la Fondazione Tettamanti ed il Comitato Maria Letizia Verga daremo un aiuto al progetto di ricerca:
Sequenziamento genomico da cellule leucemiche di pazienti con diversa risposta alla terapia.
Le conoscenze attuali consentono di classificare i bambini con Leucemia Acuta Linfoblastica in base alla risposta alle fasi precoci della terapia, monitorando la 'Malattia Residua Minima, MRM'. Tale risposta consente di attribuire ogni bambino ad una fascia di rischio specifica e somministrare una terapia adeguata al rischio.
Tuttavia, per la maggior parte dei casi non sono note le anomalie genetiche delle cellule leucemiche associate all'insorgenza della malattia.
Scopo del progetto è utilizzare la tecnologia più avanzata ad oggi disponibile, derivata dal sequenziamento del genoma umano ('sequenziamento genomico ad elevata risoluzione' o 'next generation sequencing, NGS') per identificare nuove anomalie genetiche che permettano di: i) comprendere perchè pazienti con caratteristiche simili all'esordio di malattia presentano una diversa risposta alla stessa terapia iniziale; ii) riconoscere precocemente i casi con maggiore probabilità di ricaduta della malattia; iii) sviluppare farmaci specifici per le alterazioni geniche per una terapia più specifica ed efficace.
A lungo termine, l'obiettivo è di contribuire a migliorare la probabilità di cura dei bambini con LAL, per portare il successo dall'attuale 80% al sogno del 100%!


ECOGRAFIA IN EMERGENZA

Sciare per la Vita grazie alla fondazione AEM che festeggia 100 anni della sua Vita, in collaborazione con Fondazione Creval, Fondazione Provaltellina e Ministero del Lavore e Welfare ha acquistato 8 ecografi mobili che sono stati installati sulle ambulanze e sull'elicottero di 118-AREU a servizio del territorio della Provincia di Sondrio.
Il progetto prevede la dotazione di ECOGRAFI PORTATILI su tutti i mezzi di soccorso avanzato del territorio di Sondrio (sei ambulanze e un elicottero  ed uno di backup).
Gli ecografi portatili permettono di fare la prima diagnosi del paziente direttamente sul luogo dell’emergenza. Sono di ridottissime dimensioni ma forniscono prestazioni di altissima qualità, garantiscono una diagnosi precoce(l’esame ecografico viene effettuato in meno di tre minuti), un avvio tempestivo della complessa “macchina” del soccorso sanitario sul territorio e una più facile individuazione dell’ospedale di destinazione più idoneo per il trattamento della singola patologia.
In Italia non sono molti i mezzi di soccorso avanzato dotati di queste apparecchiature. In Lombardia, in particolare, i mezzi con queste caratteristiche sono tredici. Dotare l’intero territorio di Sondrio di 8 ecografi, tanti quanti sono i mezzi di soccorso avanzato, rappresenta un “primato” assoluto e significa garantire un servizio innovativo alla popolazione e ai numerosi turisti, sciatori ed escursionisti.